Donazioni

Tutti domani potremmo aver bisogno di sangue per qualche motivo.
Anche tu!


Chi può donare


Età: 18-60 anni (per candidarsi a diventare donatori).
Peso: non inferiore ai 50 kg.
Stato di salute: buono.
Stile di vita: nessun comportamento a rischio che possa compromettere la nostra salute e/o quella di chi riceve il nostro sangue.

L’idoneità alla donazione viene stabilita mediante un colloquio personale e riservato, una valutazione clinica da parte di un medico e dopo aver effettuato gli esami di laboratorio (prima donazione differita) previsti per garantire la sicurezza del donatore e del ricevente. Chiunque desideri donare oltre i 60 anni, si dovrà effettuare un elettrocardiogramma e attraverso una accurata visita del cardiologo, ed un emocromo, sarà valutata l’idoneità annualmente consentendo la donazione fino al compimento del 70° anno.

Chi può donare


  • 4 mesi: dopo piercing, tatuaggi, rapporti sessuali a rischio non reiterati (occasionali, promiscui), interventi chirurgici maggiori, agopuntura, endoscopie (es. gastroscopia, colonscopia).
  • 6-12 mesi: dopo il rientro da viaggi in zone dove esiste il rischio di contrarre malattie infettive tropicali.
  • 1 anno: dopo il parto.
  • Periodi differenti: per vaccinazioni, patologie infettive, assunzione di medicine.
  • Esclusione permanente: positività per test HIV, epatite B e C, malattie croniche.


Esami e Controlli

Al fine di garantire elevati livelli di qualità e sicurezza del sangue e per tutelare la salute sia del donatore, sia dei pazienti, ad ogni donazione il sangue prelevato viene sottoposto ai seguenti esami:

  • Esame emocromocitometrico completo.
  • Esami per la qualificazione biologica del sangue e degli emocomponenti di seguito elencati:
    • HBsAg (antigene di superficie del virus dell’epatite virale;
    • Anticorpi anti-HCV (anticorpo contro il virus dell’epatite virale;
    • Test sierologico per la ricerca combinata di anticorpo anti HIV (anticorpo contro il virus dell’AIDS) 1-2 e antigene HIV 1-2;
    • Anticorpi anti-Treponema Pallidum (TP) con metodo immunometrico (contro la sifilide);
– HBV/HCV/HIV 1 NAT (test per rilevare la presenza dei virus delle epatiti virali B, C e dell’AIDS).

In occasione della prima donazione vengono inoltre eseguiti i seguenti esami per la determinazione dei gruppi sanguigni:

  • Fenotipo ABO mediante test diretto e indiretto
  • Fenotipo Rh completo
  • Determinazione dell’antigene Kell e, in caso di positività dello stesso, ricerca dell’antigene Cellano.
  • Ricerca degli anticorpi irregolari anti-eritrocitari.

Il donatore periodico è sottoposto, ad ogni donazione, anche ai seguenti controlli ematochimici: glicemia, creatininemia, G.O.T., G.P.T., Ygt, colesterolemia totale HDL e LDL (nell'ambito del "Progetto Cuore"), trigliceridemia, protidemia totale, sideremia, bilirubina totale, ferritinemia e protitogramma elettroforetico entrambe una volta all'anno.


*L'elettrocardiogramma viene effettuato all'atto della prima donazione: una volta ogni due anni per chi non ha superato i 45 anni anni, oltre tale età una volta all'anno.

Dopo il prelievo


Dopo il prelievo viene offerto un ristoro per reintegrare i liquidi e migliorare il comfort post-donazione e non si devono svolgere attività e/o hobby rischiosi.

Inviaci la tua richiesta e scopri di più su come associarti.
Diventa anche tu un eroe!

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 13 del d. lgs. 196/2003 - Informativa sulla privacy

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy