Regolamento dei Gruppi Organizzati Avis

Qui è posssibile scaricare il Regolamento dei Gruppi Organizzati Avis in formato Word e PDF.


DOC ICON PDF ICON

PREMESSA:
Il Gruppo organizzato Avis è un insieme di persone che, soci dell’Avis, decidono di promuovere, all’interno della propria attività, nell’ambito del lavoro, della scuola o nello sport, quanto lo Statuto Nazionale indica negli art. 2-3-4-6.

 

Art. 1 – COSTITUZIONE
1. Ogni Avis Comunale, su richiesta di almeno 10 donatori Avis, può costituire, nell’ambito del suo territorio, un Gruppo Organizzato sempre secondo quanto espresso nello Statuto, nel regolamento di attuazione e nelle normative vigenti.
2. Il Gruppo Organizzato non può impiegare il nome dell’Avis al di fuori della propria attività.
3. Non può svolgere iniziative legate al nome dell’Avis senza la preventiva autorizzazione da parte del Consiglio Direttivo Avis.

 

Art. 2 – COMPONENTI
1. Fanno parte del Gruppo Organizzato i soci Avis donatori effettivi, emeriti e collaboratori iscritti ed una Avis Comunale anche diversa da quella di riferimento del proprio posto di attività.
2. I suddetti soci devono: nell’ambito del lavoro essere dipendenti che fanno parte dell’Azienda, nella scuola far parte dell’istituto in qualità di studente, insegnante o dipendente, nello sport, essere un tesserato iscritto nella propria società.
3. Possono far parte del Gruppo Organizzato quei donatori Avis che, pur non facendo parte dell’ambito dell’attività del punto 2, abbiano comunque un rapporto con la stessa individuabile come collaboratore o prestazione professionale.

 

Art. 3 – SCOPI
1. Oltre a quelli previsti dallo Statuto Nazionale Avis, il Gruppo Organizzato promuove nell’ambito della propria attività, una sempre più diffusa forza operante e validamente organizzata che riaffermi i principi del proselitismo avisino con una efficacia campagna promozionale per il dono del sangue.
2. Inoltre il gruppo organizzato stabilisce con i dirigenti e i responsabili della propria struttura di appartenenza tutto quanto necessario affinché i soci del Gruppo Organizzato possano adempiere alla donazione del sangue e a tutte le attività finalizzate alla stessa con pronta ed efficiente funzionalità.
3. Il Gruppo Organizzato Avis potrà altresì, con la collaborazione dei dirigenti, proporre l’organizzazione di raccolte di sangue tra i propri iscritti, secondo le norme di legge in materia.

 

Art. 4 - PATRIMONIO
1. Il Gruppo Organizzato Avis per le attività inerenti all’art. 3 comma.1, può ricevere contributi da parte dell’Avis Comunale di riferimento, presentando a tal proposito un prospetto economico preventivo.
2. Inoltre il Gruppo Organizzato Avis può anche utilizzare forme di autofinanziamento reperendo fondi all’interno del proprio ambito di attività, salvo quanto previsto dall’Art.1 comma 3.

 

Art. 5 - ORGANI
Il Gruppo Organizzato Avis è costituito dai seguenti organi:

1. L’assemblea dei Soci;
2. Il Comitato Direttivo;
3. Il Capo Gruppo.

 

Art. 6 – COMITATO DIRETTIVO
1. Il Comitato Direttivo viene eletto dall’Assemblea dei Soci secondo quanto indicato dalle norme dello Statuto dell’Avis.
2. Il Comitato Direttivo si riunisce due volte l’anno invitando a tali riunioni il legale rappresentante dell’Avis Comunale di appartenenza.
3. Ogni decisione deliberante deve essere presa con la maggioranza dei suoi componenti.

 

Art. 7 – RESPONSABILITA’
1. Il Gruppo Organizzato Avis ha una sua autonomia gestionale. Di suddetta autonomia il Capo Gruppo e tutti i suoi componenti del Direttivo sono responsabili personalmente in solido con il Gruppo Organizzato Avis per tutte le obbligazioni contratte nei confronti dell’Avis e di terzi.

 

Art. 8 – RAPPORTI
1. Il Capo Gruppo e solo egli risponde dell’andamento del Gruppo Organizzato ed è invitato a partecipare alle riunioni del Consiglio direttivo dell’Avis Comunale di riferimento e a quelle riunioni che il responsabile dei Gruppi Organizzati dell’Avis Comunale dovesse organizzare.
2. Le riunioni organizzate dal capo gruppo, dovranno essere preventivamente concordate con la segreteria della sede, per evitare la concomitanza con altre riunioni.
3. Qualora, per necessità organizzative del Gruppo Organizzato, fosse necessario l’uso della sede per un uso continuativo, dovrà essere fatta richiesta scritta specificandone le motivazioni, il successivo utilizzo sarà deliberato dal consiglio direttivo, specificando modi e tempi.
4. Le finalità del punto 3 dovranno essere compatibili con lo scopo dell’Avis Comunale di Velletri, per non incorrere alle sanzioni previste dal contratto di locazione sottoscritto con il Comune di Velletri, che obbliga l’immediato rilascio della sede qualora si dovessero verificare condizioni diverse da quelle dettate dal contratto, si riportano di seguito: Punto 4 - L’immobile è locato nello stato di fatto e di diritto esclusivamente per l’uso di sede della sezione Avis di Velletri e per lo svolgimento delle attività connesse alle finalità dell’Associazione rimanendo inibito di destinarlo, anche parzialmente e temporaneamente a qualsiasi altro uso. In caso di cessazione della propria attività o di modifica dell’uso per fini diversi da quelli previsti, l’Avis dovrà immediatamente rilasciare l’immobile. Punto 5: L’Avis prende atto che è vietata la cessione del contratto e la sublocazione, sia totale che parziale dell’immobile, sotto qualsiasi forma, con o senza corrispettivo.

 

ASSOCIAZIONE ITALIANA VOLONTARI SANGUE
5. Eventuali usi della sede per la propria attività istituzionale, quali: presentazioni, eventi, manifestazioni, convegni, etc. etc. dovrà essere fatta richiesta scritta specificando il programma il giorno e l’ora dell’evento.
6. Il Consiglio Direttivo dell’Avis competente ha facoltà di promuovere in ogni momento la convocazione del Capo Gruppo o dell’Assemblea del Gruppo Organizzato.
7. Entro il mese di gennaio di ogni anno, il Capo Gruppo deve inviare al Consiglio Direttivo dell’Avis una relazione sull’attività svolta e programmata, nonché il rendiconto di eventuali contributi ricevuti e spese sostenute.
8. Il Gruppo Organizzato dovrà rispettare sempre e comunque le norme statutarie ed il regolamento dell’Avis, uniformando ad essi ogni decisione ed iniziativa.
9. Il Labaro dei gruppi deve riportare la seguente indicazione: Avis Gruppo Organizzato Donatori Sangue (Nome del Gruppo) e deve essere approvato dall’Avis Nazionale.
10. Per tutto quanto non indicato nel presente regolamento si fa riferimento allo Statuto Avis e al regolamento d’attuazione in vigore.